domenica 27 maggio 2012

Ministro Clini, la TV e l'ambiente


Gent. Ministro Clini,
sono veramente deluso dalle stronzate che è riuscito a dire in 3’ di trasmissione, questa sera su RAI 1. 
Dice, tutto fiero, che riuscirà a creare 70.000 posti di lavoro sul settore ambientale quando quest’anno ne sta eliminando 100.000 sul settore del fotovoltaico.
Mi dica, il fotovoltaico non è una questione ambientale? Non è un settore che stava alimentando economicamente altri settori ambientali e di ricerca? 
Io, nel mio piccolo, sono riuscito a creare il Lilliput, il minibiogas per piccole aziende agricole!
Tutto fiero dice in TV che i nuovi posti di lavoro saranno occupati soprattutto da ragazzi con un’età inferiore ai 35 anni…
lo sa che coloro che stanno perdendo il posto sul settore fotovoltaico hanno appunto questa età?
Guardi, con tutto il rispetto e tutta la stima che ho per l’Italia, sono schifato!
Dopo personali 14 anni di sforzi (ho iniziato nel ’98 con il fotovoltaico e il biogas) sono profondamente deluso dalla vostra incapacità di programmazione e, a questo punto, di ipocrisia.
Sono anche deluso da Lei, permetta. 
Io che quando ho sentito il suo nome come candidato al Ministro dell'Ambiente, ho fatto i salti di gioia. La considero infatti una persona molto competente in materia.
Veda il mio post in questo stesso blog… che delusione ministro….
Si rende conto che 100.000 posti di lavoro sul fotovoltaico stanno iniziando a saltare…?
Convinto che una sua risposta in proposito non arriverà mai, la saluto comunque con rispetto. Deluso, ma ancora la rispetto.
Questa è solo la mia opinione personale!
Marco Fiorese

7 commenti:

  1. Purtroppo in questo momento ci sono solo tante belle parole...i fatti dicono altro e cioè che molte aziende del settore stanno chiudendo e quei nuovi occupati con meno di 35 anni di età stanno andando altrove per non soccombere alla crisi....
    Anch'io speravo in un pò più di concretezza da parte dei cosiddetti TECNICI! COSA DOBBIAMO FARE PER AVERE LA POSSIBILITA' DI LAVORARE?

    RispondiElimina
  2. Beatrice Fioraso28 maggio 2012 14:16

    Gentile Ministro Clini...mi aggrego! La mia delusione è ai massimi storici e da un Governo tecnico mi aspettavo un cambio di rotta in positivo e invece...che amarezza!

    RispondiElimina
  3. Alessandro D'Incalci28 maggio 2012 14:56

    Dopo il disastro di Romani un anno fa pensavo che non ci potesse accadere nulla di peggio,invece è accaduto,e solo dopo pochi mesi.....la rivoluzione industriale dopo quella della seconda guerra mondiale secondo me era questa,il fotovoltaico eolico e biogas sono il futuro,i politici di oggi e di ieri sono ormai il passato, nel 2013 andranno tutti a casa sono convinto che gli Italiani finalmente hanno capito la politica la dobbiamo fare noi,non i politici con doppi stipendi pensioni d'oro ecc ecc ecc....

    RispondiElimina
  4. Caro Clini & C,
    di cagate ne evevate già fatte tante nell'ultimo anno; di posti di lavoro, già fatti saltare tanti nel 2011.

    Dovreste aver fatto le cose fatte bene, sull'esperienza degli altri stati, ma la vostra arrogante superiorità ed impunibilità vi ha fatto fare male. Sulla nostra pelle, però!

    Se almeno aveste imparato qualcosa, sarebbe stato un sacrificio con un senso. Al contrario continuate ad alimentare un bagno di sangue del quale non vi vergognerete mai.

    Il ridotto uso dei cicli combinati si tradurrebbe in metri cubi di gas in meno, con vantaggio in termini ambientali e di bilancia dei pagamenti, ma con un danno economico per chi vende gas... e di chi sono le centrali? Di quali poteri?

    Siamo un Paese fortemente dipendente dall'importazione di combustibili fossili, e lo sviluppo delle rinnovabili, oltre a tutelare l'ambiente e a creare nuove attività produttive, ridurrebbe drasticamente la dipendenza dall'estero.
    Non avete neanche la decenza di nascondere i vostri meri interessi: parlate di piano energetico nazionale basato sul fossile!!!

    I casi sono due: o siete ASINI o perseguite degli sfacciati abusi di potere a vantaggio dei vostri interessi.

    Come faccio a rispettarvi? Non avete avuto nessun rispetto per me ...
    Con cognizione di causa,
    Paolo Alessandrini.

    RispondiElimina
  5. Peccato! In Germania sono stati fatti investimenti che hanno arricchito la popolazione . In Italia invece abbiamo arricchito solo i grandi gruppi nazionali c'è internazionali. Dove sono i pannelli fotovoltaici sui tetti? Paghiamo un sovrapprezzo sulla bolletta energetica a vantaggio di chi? Negli ultimi due anni si cerca in ogni modo di "uccidere" il settore già in difficoltà per il reperimento delle risorse finanziarie. Altro che posti di lavoro ai giovani! Qui siamo alla farsa che si tolgono opportunità di business e a allo sono purtroppo anche persone molto serie, ma forse non con tutte le competenze che servirebbero. Come può un imprenditore investire in un mercato che cambia scenario ogni anno? Forse bisognerebbe penalizzare altri settori ma le lobbies sono più forti e in Italia l'innovazione e il merito contano solo a parole. In bocca al lupo a tutti gli imprenditori del FV ! Siete voi con la vostra creatività e la vostra perseveranza potete fare la differenza. Sul quadro legislativo oramai non si può più fare alcun affidamento. In bocca al lupo Roberto

    RispondiElimina
  6. Penso che non l'abbiamo ancora capito fino in fondo....
    ancora testa bassa e lavorare!

    RispondiElimina
  7. Aggiungo:

    http://www.minambiente.it/home_it/index.html?lang=it

    ! ! !

    RispondiElimina

Scrivi un commento...