giovedì 2 dicembre 2010

video




IL “BUON SEMINATORE” DELLE SIEPI, COME UNA VOLTA...

Il racconto di questa settimana ci fa conoscere un grande “amico” degli alberi, che con i suoi molti libri e ancor più numerosi progetti, lascerà senza dubbio il segno nella sua epoca.
Cresciuto in un angolo della verde e rigogliosa pianura vicentina, Giustino ha cominciato fin da giovanissimo ad interessarsi di ambiente, contrastando con energia la deforestazione delle campagne così massiccia negli anni della meccanizzazione. Dopo aver fondato la sezione vicentina del WWF, Giustino si è presto laureato come dottore forestale lavorando a lungo con lo scopo di ricreare sistemi forestali lineari ai margini di campi e colture. Lo slogan che lo aiutava nella sua battaglia puntava sul valore economico ed energetico del legno “Se vuoi rivedere le siepi nei campi, le devi bruciare!”.
Fervido e appassionato nei propri intenti, Giustino è stato per anni “il buon seminatore” di un nuovo approccio alla filiera energetica del legno. Da “Bosco e Territorio” al “Forlener” di Biella ha ideato alcuni tra i più rinomati eventi dedicati a queste tematiche, nel 2005 ha fondato con un amico francese la Bees, oggi una delle principali società internazionali nella promozione delle bioenergie, ed è direttore scientifico dell’edizione italiana di Bioenergy International, la rivista più autorevole al mondo su queste tematiche
Giustino è da qualche anno a capo della sezione “Ricerca e Gestioni Agroforestali” di Veneto Agricoltura e si occupa attivamente di tutte quelle filiere efficaci in grado di aumentare da sole il valore delle biomasse agricole e forestali utilizzabili ai fini energetici. Il circolo virtuoso del legno, dei biocarburanti e delle biomasse è al centro del suo impegno e della nostra lunga amicizia. Giustino si è dimostrato subito un enstusiasta sostenitore del progetto Lilliput e a lui va anche la mia riconoscenza per l’aiuto che ci sta dando nella divulgazione culturale sulle energie rinnovabili, non ultimo nel proporre un nostro incontro di formazione alla Biblioteca del Comune di Bressanvido, dove risiede (in provincia di Vicenza). A Giustino un caro augurio perchè tutti i suoi sforzi e il suo impegno possano presto presto venir “giustamente” riconosciuti!

6 commenti:

  1. Bene! Speriamo di essere sempre più noi che difendiamo la natura e la tradizione. Purtroppo ho perso l'icontro ma spero che presto ce ne sarà un'altro!
    Carlo

    RispondiElimina
  2. Perfetto come faccio a contattare sto giustino?
    Umberto

    RispondiElimina
  3. Finalmente qualcuno che si oppone alla cementificazione!

    RispondiElimina
  4. Giusto! più si cementifica e meno il terreno assorbe e un'esondazione diventa una tragedia! Quando anche altri lo capiranno allora sarà diverso

    RispondiElimina
  5. Lascia perdere tira più i schei che...
    E' difficile che qualcuno inizia a pensare al futuro pittosto che al conto in banca.
    Giovanni

    RispondiElimina
  6. Hai ragione giovanni, però almeno qualcuno che la pensa in modo diverso c'é e ora è possibile guadagnare facendo del bene anche all'ambiente.
    Stefano

    RispondiElimina

Scrivi un commento...