mercoledì 10 novembre 2010


Lilliput, la tecnologia modulare Made in Italy per impianti di Minibiogas recentemente presentata a Europe Biogaz di Lione, sta diventando il fulcro di alcune collaborazioni importanti destinate probabilmente a modificare l’intero comparto zootecnico, così cruciale per l’agricoltura italiana.
Fa notizia l’accordo commerciale stipulato alcuni giorni fa tra l’azienda vicentina Bluenergycontrol, titolare del brevetto Lilliput, e il gruppo veronese Storti, leader nella commercializzazione di macchine agricole per le aziende zootecniche.
La partnership è finalizzata ad una piena valorizzazione dei cicli produttivi negli allevamenti italiani: e in effetti, mentre per la Bluenergycontrol l’accordo dei giorni scorsi significa l’apertura di un nuovo mercato dalle notevoli potenzialità, con Lilliput la rassegna di tecnologie innovative proposta dalla Storti si arricchisce e riesce a chiudere un circolo virtuoso di incremento della produttività delle aziende.
La collaborazione tra i due gruppi, ben rappresentativi della cultura imprenditoriale del nordest che con pochi “schei”, tanto lavoro e tanta creatività costruisce grandi successi, verrà ufficialmente presentata agli operatori e ai giornalisti di settore nei prossimi giorni all’Eima di Bologna.
Gli appuntamenti da annotare in agenda sono due, entrambi nella Sala Sinfonia (padiglione 36 - I piano) del quartiere fieristico: giovedì 11 mattina convegno aziendale del Gruppo Storti “Il Mercato Italia” e venerdì 12 mattina con il convegno organizzato da EnergyLife, in collaborazione con il Dipartimento “Uomo e Territorio” sezione pianificazione del Territorio Agricolo e Forestale, Università degli Studi di Perugia “Il Minibiogas come opportunità per le piccole medie aziende agricole” nel corso del quale Bluenergycontrol illustrerà le potenzialità di Lilliput per una rendita aggiuntiva ad un pubblico composto prevalentemente da imprenditori agricoli.
Lilliput Minibiogas sarà il punto di partenza anche per un’altra partnership d’eccellenza anche se per ora solo “convegnistica”.  Si tratta del Gruppo Intesa San Paolo, a propria volta presente in Eima con la propria società di consulenza specializzata Agriventure; il gruppo bancario torinese presenterà nel corso del convegno di venerdì mattina il proprio prodotto finanziario dedicato alle energie rinnovabili, anticipando la prossima uscita di un pacchetto di finanziamento pensato appositamente per gli impianti a Biogas.
Soluzioni finanziarie di ultima generazione quindi, a servizio della tecnologia innovativa che è oggi indispensabile alle aziende agricole italiane - e non solo - per entrare nel nuovo business dell’energia.
Maggiori informazioni e programmi dei convegni nel sito www.lilliputbiogas.it.
http://www.youtube.com/watch?v=KHWdarpkuU4

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi un commento...