venerdì 27 agosto 2010

Energy Snack 19

Gigi, un piccolo miracolo del “Sessantotto”...


Spesso si parla del “68” come un periodo di grandi tumulti, dimenticando che proprio in quegli anni si cominciava a discutere di diritti sociali, di cooperazione per lo sviluppo e di rispetto per l’ambiente.
A distanza di quarant’anni, a fronte dei molti che hanno finito per allinearsi in tutto al vecchio sistema, si contano alcuni individui che sono riusciti a costruire la propria vita in piena e profonda coerenza con i migliori valori espressi dalle turbolenze sessantottine.
Gigi è uno di questi. Uscito dall’esperienza di un “Comitato contro l’esclusione” in cui promuoveva, assieme a genitori, insegnanti e sindacalisti,  una scuola accessibile anche dai disabili e dai portatori di handicap, egli si pose il problema dell’integrazione di queste categorie di persone anche nel mondo del lavoro.
Ecco allora l’idea di fondare una cooperativa che facesse da ponte per queste persone da una situazione di diversità ad una dimensione lavorativa su misura delle loro particolari “capacità”. Gigi è tra i fondatori e per molti anni presidente de  “Il Ponte”, la cooperativa di Schio che ancora oggi è tra le principali realtà provinciali che supportano l’inserimento professionale di persone diversamente abili al fine di garantire loro un’indipendenza economica e quindi un’emancipazione reale.
Tra i vari progetti della cooperativa vi è “Il Giardino Botanico dei Berici” quello a cui viene devoluta la quota parte di “FilieraCertaSolare”, il gruppo d’acquisto solidale di Bluenergycontrol promosso in questi mesi nella sua prima edizione.
Coerentemente con il proprio stile si vita, basato sui valori di rispetto per gli altri e per l’ambiente, Gigi è stato tra i primi ad aderire a FilieraCertaSolare installando sul proprio tetto un impianto fotovoltaico. Da lui sono partire poi le adesioni di molti altri. In questo modo, oltre ad aiutare l’ambiente e a sostenere in prima persona la cooperativa di cui è stato presidente, ha fatto quello che tutti i leader dovrebbero fare... ha dato il buon esempio!
Un grazie sincero a Gigi Manza e a tutti i soci della cooperativa “Il Ponte” ed in primis all’attuale presidente, Federica Tomasi, attuale presidente della cooperativa, che sta portando avanti con lo stesso entusiasmo questo bel progetto di solidarietà sociale.

Marco Fiorese

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi un commento...