lunedì 26 aprile 2010

IL FOTOVOLTAICO SU CONDOMINIO

E’ 10 anni ormai che invio e, oggi, faccio inviare una Newsletter o e-mail per servire a clienti e conoscenti notizie che, assieme al mio validissimo staff, riteniamo interessanti.
Da oggi partiamo con questa iniziativa che vuole affiancare in servizio di formazione sull’ambiente e sulla MENTALITA’ dell’ambiente.
Questi articoli saranno fatti personalmente da me e vi
invito a rispondermi liberamente su tutti i contenuti. Grazie a tutti in anticipo!
In Italia, paese di vette alpine e scogliere spettacolari, icondomini abbondano. E il quesito su come usufruire in una struttura residenziale a più teste di un incentivo statale spendibile sul tetto di proprietà è indubbiamente centrata.
Conviene o no, al nostro amico Marco, installare i suoi pannelli fotovoltaici sul tetto del condominio in cui vive?

La mia risposta è: assolutamente no!!!

Intendiamoci. Se domani Marco entrasse nella mia azienda e mi chiedesse un preventivo per un mini impianto ad uso personale sul tetto del suo condominio, non lo manderei via. Piuttosto, cercherei di capire i motivi che spingono il mio amico ad un investimento così limitato rispetto la struttura a disposizione.
Normalmente le risposte sono due.

1- Gli altri condomini non credono nelle rinnovabili e non vogliono sentirne parlare, almeno non per la loro “fetta” di tetto;

2- Non tutti gli inquilini hanno creduto ai vantaggi economici dell’investimento nel Sole proposti da Marco.

Nel primo caso, come ben intuisci, accetto lo stato di fatto. Prendo a braccetto il mio amico, studio con lui la migliore soluzione sulla metratura a lui disponibile e attendo convinto che prima o poi qualcuno dei vicini cercherà di emulare gli evidenti vantaggi economici che il Conto Energia sta già dando a Marco sul suo fazzoletto di tetto.

Nel secondo caso, invece, le opportunità sono ancora tutte da giocare. Ed è qui che il mio lavoro diventa straordinario.
Spiegare nel dettaglio l’immensa possibilità di azione di un condominio nell’investimento solare rappresenta da sempre per me un motivo di orgoglio. La mia formula del “Sole Condiviso”sta infatti iniziando a cambiare le prospettive future di non pochi palazzi italiani. Il mio personale impegno, tuttavia, è che questa opportunità cresca e si allarghi fino a diventare un grande movimento: il movimento tutto italiano del Fotovoltaico da Palazzo!

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi un commento...